Dieci ragioni per cui credo la Bibbia è la Parola di Dio
Sono stato portato a credere che la Bibbia fosse la Parola di Dio. Nella vita precoce l'ho accettata come tale per l'autorità dei miei genitori e non ho mai dato la questione alcun pensiero serio. Ma più tardi nella mia vita la mia fede nella Bibbia è stata completamente sconsacrata attraverso l'influenza degli scritti di uno scettico molto celebrato, scolastico e brillante. Mi sono trovatao faccia a faccia con la domanda, perché credi che la Bibbia sia la Parola di Dio?

Non ho avuto alcuna risposta soddisfacente. Ho deciso di andare al fondo di questa domanda. Se non si potesse trovare prova soddisfacente che la Bibbia fosse la Parola di Dio, darei tutta la cosa, costa ciò che potrebbe. Se si potesse trovare prova soddisfacente che la Bibbia fosse la Parola di Dio, avrei preso il mio sostegno, costa ciò che potrebbe. Senza dubbio avevo molti amici che avrebbero potuto rispondere alla domanda in modo soddisfacente, ma non volevo confidare loro la lotta che stava succedendo nel mio cuore; così cercai aiuto da Dio e da libri, e dopo molto doloroso studio e pensiero uscì dall'oscurità dello scetticismo nell'ampia luce di fede e nella certezza che la Bibbia dall'inizio alla fine è la Parola di Dio. Le pagine seguenti sono in gran parte il risultato di quella esperienza del conflitto e della vittoria finale. Darò dieci ragione per cui credo che la Bibbia sia la Parola di Dio.

PRIMA, sulla base della testimonianza di Gesù Cristo.
Molte persone accettano l'autorità di Cristo ma non accettano quella della Bibbia nel suo complesso. Tutti dobbiamo accettare la sua autorità. Gesù è accreditato da noi da cinque testimonianze divine: 
1. dalla testimonianza della vita divina che ha vissuto; 
2. dalla testimonianza delle parole divine che ha parlato; 
3. dalla testimonianza delle opere divine che ha fatto; 
4. dall'attestazione divina della risurrezione dai morti; 
5. e dalla testimonianza della Sua influenza divina sulla storia dell'umanità. 
Se accettiamo l'autorità di Cristo dobbiamo accettare l'autorità della Bibbia nel suo complesso. Egli testimonia definitivamente e in modo specifico la divina autorizzazione di tutta la Bibbia.

Troviamo la Sua testimonianza sull'Antico Testamento in Marco 7:13. Qui chiama la legge di Mosè la "Parola di Dio". Quello, ovviamente, riguarda solo i primi cinque libri dell'Antico Testamento, ma in Luca 24:27 leggiamo: "E cominciando da Mosè e da tutti i profeti, egli spiegò loro in tutte le Scritture. Qui Cristo dichiara che la Scrittura è assolutamente vera, fino alla lettera o al punto minore di una lettera. Quindi, se accettiamo l'autorità di Cristo, dobbiamo accettare l'autorità divina dell'intero Antico Testamento.

Ora, per quanto riguarda il Nuovo Testamento. Troviamo l'approvazione di Cristo in Giovanni 14:26, "Lo Spirito Santo, che il Padre manderà nel mio nome, vi insegnerà tutte le cose e le ricorderà tutto ciò che vi ho detto". Qui vediamo che non solo l'insegnamento degli Apostoli deve essere pienamente ispirato, ma anche il loro ricordo di ciò che ha insegnato Cristo stesso. A volte ci viene chiesto come sappiamo che gli Apostoli hanno riportato correttamente ciò che Gesù ha detto - "forse non hanno dimenticato"? Vero, potrebbero dimenticare, ma Cristo stesso ci dice che nei Vangeli noi abbiamo, non il ricordo degli Apostoli di ciò che ha detto, ma lo sguardo dello Spirito Santo e lo Spirito di Dio non dimentica mai. In Giovanni 16:13, 14, Cristo ha detto che lo Spirito Santo dovrebbe guidare gli Apostoli in "tutta la verità" quindi nell'insegnamento del Nuovo Testamento abbiamo l'intera sfera della verità di Dio.

 L'insegnamento degli Apostoli è più completo di quello di Gesù stesso, poiché egli dice in Giovanni 16:12: "Ho ancora molte cose da dirti, ma ora non li puoi sopportare, ma quando è Lui, lo Spirito di verità è venuto, Egli vi guiderà tutta la verità. "Mentre il suo stesso insegnamento era parziale, a causa della loro debolezza, l'insegnamento degli Apostoli, sotto lo Spirito promesso, doveva assumere l'intera sfera della verità di Dio.
Quindi, se accettiamo l'autorità di Cristo dobbiamo accettare quella di tutta la Bibbia, ma dobbiamo, come già visto, accettare l'autorità di Cristo.

SECONDA, sulla base delle sue profezie realizzate.
Ci sono due classi di profezie nella Bibbia: in primo luogo, le profezie esplicite, verbali, in secondo luogo, quelle dei tipi.
Nella prima abbiamo le profezie definite riguardo agli ebrei, alle nazioni pagane e al Messia. Prendendo le profezie, riguardo al Messia come illustrazione, guardate Isaia 53, Mich. 5: 2, Dan. 9:25-27. Molti altri potrebbero essere citati, ma questi serviranno come illustrazioni. In queste profezie, scritte centinaia di anni prima del Messia, abbiamo le affermazioni più esplicite riguardo al modo, al tempo e al luogo della Sua nascita, al modo di ricevere da parte degli uomini, a come la sua vita finirà, alla sua risurrezione e alla Sua vittoria soppra la morte.

 Quando sono state fatte, queste profezie erano estremamente improbabili, e apparentemente impossibili di compimento; ma erano soddisfatte al più minuzioso dettaglio del modo, del luogo e del tempo. Come dobbiamo spiegarlo? L'uomo non avrebbe potuto prevedere questi eventi improbabili: si trovavano centinaia di anni in avanti - ma Dio poteva, ed è Dio che parla con questi uomini.

Ma le profezie dei tipi sono ancora più notevoli. Tutto nell'Antico Testamento - storia, istituzioni, cerimonie - è profetica. L'alto sacerdozio, il sacerdozio ordinario, i leviti, i profeti, i sacerdoti e i re, sono tutte profezie. Il tabernacolo, l'altare brasiliano, il lavabo, il candelabro d'oro, la tavola di pane, il velo, l'altare dell'incenso, l'arca dell'alleanza, le stesse coperture del tabernacolo sono profezie. In tutte queste cose, mentre li studiamo minuziosamente e sobriamente alla luce della storia di Gesù Cristo e della chiesa, vediamo avvolti nelle antiche istituzioni ordinate da Dio per raggiungere uno scopo immediato, le profezie della morte, dell'espiazione, e la risurrezione di Cristo, il giorno della Pentecoste e tutta la storia della chiesa. Vediamo le più profonde dottrine cristiane del Nuovo Testamento chiaramente prefigurate in queste istituzioni dell'Antico Testamento. L'unico modo per apprezzare questo è quello di entrare nel Libro stesso e studiare tutti i sacrifici e le feste, ecc., 
Finché che vediate le verità del Nuovo Testamento che brillano nell'antico. Se, studiando una forma elementare di vita, trovo un organo rudimentale, ormai inutile, ma dal processo di sviluppo per diventare utile nel discendente di quel animale, dico, dietro di questo organo rudimentale è Dio, che nella precedente animale, sta preparando per la vita e le necessità dell'animale che sta per arrivare. Così, tornando a questi preparativi nella Bibbia per la verità che deve essere chiaramente insegnata in un giorno successivo, c'è solo un modo scientifico per affrontarli, vale a dire,

TERZA, sulla base dell'unità del libro.
Questo è un argomento vecchio, ma è molto soddisfacente. La Bibbia consta di sessantasei libri, scritti da più di trenta uomini diversi, che si estendono nel periodo della sua composizione per più di millecinquecento anni; scritto in tre lingue diverse, in molti paesi diversi, e da uomini su ogni piano della vita sociale, dal pastore e dal pescatore e dal politico economico fino al re sul suo trono; scritta sotto ogni sorta di circostanze; tuttavia in tutto questo meraviglioso conglomerato troviamo un'unità assoluta del pensiero.
Una cosa meravigliosa è che questa unità non si trova sulla superficie. Sulla superficie c'è spesso contraddizione apparente, e l'unità esce solo dopo uno studio profondo e prolungato.
Ancora più meraviglioso è ancora il carattere organico di questa unità, partendo dal primo libro e crescendo fino a raggiungere il suo culmine nell'ultimo libro della Bibbia. Abbiamo prima il seme, poi l'impianto, poi il germoglio, poi il fiore, poi il frutto maturato.

Supponiamo che venisse eretto un vasto edificio, le cui pietre sono state portate dalle cave di Rutland, Vermont; Berea, Ohio; Kasota, Minnesota e Middletown, Connecticut. Ogni pietra è stata tagliata in forma definitiva nella cava da cui è stata portata. Queste pietre erano di tutte le varietà di forma e di dimensioni, cubiche, rettangolari, cilindriche, ecc., Ma quando furono riuniti ogni pietra montata al suo posto, e quando messi insieme, si levava davanti a voi un tempio assolutamente perfetto in ogni profilo, le sue cupole, i fianchi laterali, i contrafforti, gli archi, i transepts - non un divario o un difetto dovunque. Come ti accontenteresti? Tu diresti:
"Di fronte a questi singoli lavoratori nelle cave è stato il maestro-mente dell'architetto che ha pianificato tutto e ha dato a ciascun singolo lavoratore le sue specifiche per il lavoro".

Quindi, in questo meraviglioso tempio della verità di Dio che noi chiamiamo la Bibbia, le cui pietre sono state cave a periodi di tempo e in luoghi lontani l'uno dall'altro, ma dove ogni parte più piccola si adatta reciprocamente, siamo costretti a dire che le mani umane che lavoravano erano il Maestro-mente che pensava.

QUARTA, sulla base della immancabile superiorità degli insegnamenti della Bibbia a quelli di ogni altro e di tutti gli altri libri.
È in qualche modo abbastanza alla moda confrontare gli insegnamenti della Bibbia con gli insegnamenti di Zoroastro, di Budda, di Confucio, di Epitteto, di Socrate e di Marcus Aurelius Antonino, e di un certo numero di altri autori pagani. La differenza tra gli insegnamenti della Bibbia e quelli di questi uomini si trova in tre punti:
In primo luogo, la Bibbia non ha nient'altro che la verità, mentre tutti gli altri hanno verità mescolati con errori. È vero che Socrate ha insegnato come un filosofo debba morire; ha anche insegnato come una donna della città dovrebbe svolgere la sua attività. I gioielli sono negli insegnamenti di questi uomini, ma (come Joseph Cook ha detto una volta) sono "gioielli scavati dal fango".
In secondo luogo, la Bibbia contiene tutta la verità. Non esiste una verità che si possa trovare da nessuna parte su temi morali o spirituali che non si trovano in sostanza all'interno delle copertine di quel vecchio Libro. Spesso, quando parlo di questo argomento, ho chiesto a chiunque di portarmi una sola verità su soggetti morali o spirituali che, a riflessione, non sono riuscito a trovare all'interno delle copertine di questo libro e nessuno l'ha mai potuto farlo . Ho preso difficoltà a confrontare alcuni degli insegnamenti migliori degli infedeli con quelli della Bibbia. Esse infatti hanno gioielli di pensiero, ma sono, se lo sapessero o no, rubati gioielli e rubati dal libro stesso che ridicolizzano.
Il terzo punto della superiorità è questo: la Bibbia contiene più verità di tutti gli altri libri insieme. Raccogliete da ogni letteratura di tempi antichi e moderni tutti i bei pensieri che potete; mettere via tutta la spazzatura; metti tutte queste verità che hai eliminato dalla letteratura di tutte le età in un unico libro e come risultato, anche allora non avrai un libro che sostituirà questo libro.
Questo non è un grande libro. Tengo in mano una copia che porto nella tasca della giacca eppure in questo piccolo libro c'è più di verità che in tutti i libri che l'uomo ha prodotto in tutte le età della sua storia. Come ti renderai conto? C'è solo un modo razionale. Questo non è il libro dell'uomo, ma il libro di Dio.

Quinta, sulla base della storia del libro, la sua vittoria sull'attacco.
Questo libro è sempre stato odiato. Non appena è stato dato al mondo che non ha incontrato l'odio degli uomini, e hanno cercato di spegnerlo. Celsus lo provò per la brillantezza del suo genio, Porfido per la profondità della sua filosofia; ma fallirono, Lucian gli dirigeva gli alberi del suo ridicolo, Diocleziano il potere dell'impero romano; ma non sono riusciti. Edizioni sostenute da tutto il potere dell'impero erano emesse che ogni Bibbia dovrebbe essere bruciata e che tutti coloro che avevano una Bibbia dovrebbero essere messi a morte. Per diciotto secoli, ogni motore di distruzione che la scienza umana, la filosofia, il pensiero, il ragionamento o la brutalità potrebbe portare a sopportare contro un libro è stato portato a sopportare quel libro per spingerlo fuori dal mondo, ma ha una presenza più forte sul mondo al giorno che mai.

Se fosse un libro dell'uomo sarebbe stato annientato e dimenticato centinaia di anni fa, ma perché in esso c'è "il nascondersi del potere di Dio", anche se a volte tutti i grandi uomini del mondo sono stati contro di essa e solo un oscuro rimane ancora, ma ha ancora meravigliosamente compiuto le parole di Cristo, sebbene non nel senso della profezia originaria: " 35Il cielo e la terra trapasseranno, ma le mie parole non trapasseranno.” Mt 24.35.

Sesta, a motivo del carattere di coloro che accettano e di quelli che rifiutano il libro.
Due cose parlano per la divinità della Bibbia: il carattere di coloro che lo accettano e, ugualmente, il carattere di coloro che lo rifiutano. Non intendo per questo che ogni uomo che professa di credere al libro è meglio di ogni uomo che non lo fa, ma mostri un uomo che vive una vita disinteressata e devota, chi senza riserva si è abbandonato a fare la volontà di Dio, e vi mostrerò un uomo che crede che la Bibbia sia la Parola di Dio. D'altra parte, mostrami un uomo che rifiuta l'autorità divina di quel libro, e vi mostrerò un uomo che vive una vita di avidità, di lussuria o di orgoglio spirituale o egoísta.
Supponi di avere un libro che vuole essere da un certo autore, e le persone meglio conosciute con quell'autore dicono che è suo, e le persone meno conosciute di lui dicono che non lo è; che credi? Ora, la gente meglio conosciuta da Dio dice che la Bibbia è il Suo libro; coloro che sono meno conosciuti da Dio dicono che non lo è. Quale credi?

Inoltre, quando gli uomini crescono meglio, hanno maggiori probabilità di accettare la Bibbia e, mentre peggiorano, hanno maggiori probabilità di rifiutarlo. Abbiamo tutti uomini conosciuti che erano entrambi peccatori e increduli, che abbandonando il loro peccato hanno perso la loro incredulità. Qualcuno di noi ha mai conosciuto un uomo peccatore e credente, che abbandonando il suo peccato ha perso la sua fede? Gli uomini più vicini vivono a Dio, più sicuri sono che la Bibbia è la Parola di Dio; più si allontanano da Lui, più fiduciosi sono che non lo è.
Dov'è la roccaforte della Bibbia? Nella casa pura e disinteressata. Dov'è la fortezza dell'infedeltà? L'inferno d'azzardo, il salone da bere e il bordello. Se un uomo dovesse entrare in un salone e mettere una bibbia sul bar, e ordinare un drink, dovremmo pensare che vi fosse una strana incongruenza nelle sue azioni, ma se dovesse mettere un libro secolare sul bar e ordinare un drink , non avremmo ritenuto che vi fosse alcuna incongruenza.

Settima, a causa dell'influenza del libro.
C'è più potere in quel piccolo libro per salvare gli uomini, purificare, alleggerire e abbellire la propria vita, che in tutta l'altra letteratura messi insieme, più potere di sollevare gli uomini a Dio. Un flusso non sorge mai più in alto della sua fonte e un libro che ha il potere di sollevare uomini a Dio che nessun altro libro abbia dovuto scendere da Dio in un modo che nessun altro libro fosse.
Ho in mente che scrivo un uomo che è stato la vittima più completa di una bevanda alcoholica che abbia mai conosciuto; un uomo di meravigliosi doni intellettuali, ma che era stato stupito, brutalizzato e demonizzato dalla potenza del peccato, ed era un incredulo. Finalmente la luce di Dio brillava nel suo cuore oscuro e per la potenza di quel libro è stato trasformato in uno dei più umili, più dolci, più nobili che conosco oggi.
Quale altro libro avrebbe fatto? Quale altro libro ha il potere di elevare non solo gli individui, ma le comunità e le nazioni che questo libro ha?

OTTAVA, sulla base della profondità inesauribile del libro.
Nulla è stato aggiunto ad esso in diciotto secoli, ma un uomo come Bunsen o Neander non può esaurirlo dallo studio di una vita. George Müller la leggeva più di cento volte e disse che era più fresco ogni volta che l'aveva letto. Potrebbe essere vero di qualsiasi altro libro?
Ma più meraviglioso di questo - non solo uomini individuali ma generazioni di uomini per diciotto secoli hanno scavato in essa e dato al mondo migliaia di volumi dedicati alla sua esposizione e non hanno ancora raggiunto il fondo della cava. Un libro che l'uomo produce l'uomo può esaurire, ma tutti gli uomini non sono stati in grado di raggiungere il fondo di questo libro. Come stai per conto di esso? Solo in questo modo, che in questo libro nascondono i tesori infiniti e inesauribili della sapienza e della conoscenza di Dio.

Un brillante scrittore Unitario, nel tentativo di confutare l'ispirazione della Bibbia, dice: "Come irreligiosa caricare un Dio infinito con aver scritto tutta la Sua Parola in un libro così piccolo". Non vede come il suo argomento possa essere rivolto contro se stesso. Quale testimonianza è alla divinità di questo libro che una tale saggezza infinita è immagazzinata in così piccola bussola.

NONA, a motivo del fatto che mentre cresciamo nella conoscenza e nella santità cresciamo verso la Bibbia.
Ogni persona premurosa quando inizia a studiare la Bibbia trova molte cose con cui non è d'accordo, ma mentre continua a studiare e crescere in somiglianza con Dio, più si avvicina a Dio quanto più vicino viene alla Bibbia. Più vicino e più vicino raggiungiamo il punto di vista di Dio, tanto meno diventa il disaccordo tra noi e la Bibbia. Qual è l'inevitabile conclusione matematica? Quando otteniamo dove è Dio, noi e la Bibbia si incontreranno. In altre parole, la Bibbia è stata scritta dal punto di vista di Dio.
Supponiamo di viaggiare attraverso una foresta sotto la guida di una guida esperta e altamente raccomandata. Voi arrivate in un luogo dove due strade si discostano. La guida dice che la strada a sinistra è quella da prendere, ma il tuo giudizio che passa sui fatti prima di vedere chiara evidenza che la strada a destra è quella da prendere. Si gira e dica alla guida,
"So che hai avuto grandi esperienze in questa foresta e tu sei venuto a me altamente raccomandato, ma il mio giudizio mi dice chiaramente che la strada a destra è quella che dovremmo prendere e devo seguire il mio giudizio. sapere che la mia ragione non è infallibile, ma è la migliore guida che ho".

Ma dopo aver seguito quel percorso per una certa distanza siete costretti a smettere, a girarsi e tornare indietro e prendere il sentiero che la guida ha detto era quello giusto.
Dopo un po 'si arriva in un altro luogo dove due strade si discostano. Ora la guida dice che la strada a destra è quella da prendere, ma il tuo giudizio chiaramente dice che quello a sinistra è quello da prendere e di nuovo si segue il tuo giudizio con lo stesso risultato di prima.

Dopo aver avuto questa esperienza quaranta o cinquanta volte e ti sei sbagliato ogni volta, penso che avresti senso abbastanza la prossima volta per seguire la guida.
Questa è solo la mia esperienza con la Bibbia. L'ho ricevuto in un primo momento sull'autorità degli altri. Come quasi tutti gli altri giovani, la mia fiducia si è scossa e sono arrivata alla bifora in strada più di quaranta volte, e ho seguito, la mia ragione, e nel risultato mi sono trovato sbagliato e la Bibbia giusta ogni volta, e io fiducia che da questo momento avrò abbastanza senso a seguire gli insegnamenti della Bibbia, qualunque sia il mio giudizio.

DECIMA, sulla base della testimonianza diretta dello Spirito Santo.
Noi cominciammo con Dio e finiremo con Dio. Cominciammo con la testimonianza della seconda persona della Trinità e chiudemmo con quella della terza persona della Trinità.
Lo Spirito Santo mette il suo sigillo nell'anima di ogni credente all'autorità divina della Bibbia.

 È possibile arrivare in un luogo dove non abbiamo bisogno di argomenti per dimostrare che la Bibbia è la Parola di Dio. Cristo dice: "Le mie pecore conoscono la mia voce" e i figli di Dio sanno la Sua voce e so che la voce che mi parla dalle pagine di quel Libro è la voce di mio Padre. A volte incontrerai una piana vecchia signora che ti dice che lei sa che la Bibbia è la Parola di Dio e quando lei le chiede una ragione per credere che sia la Parola di Dio non può darti niente, lei dice semplicemente:
"So che è la Parola di Dio".
Tu dici: "Questa è una semplice superstizione".
Affatto. È una delle pecore di Cristo e riconosce la voce del suo Pastore da ogni altra voce. È uno dei figli di Dio e sa che la voce che le parla dalla Bibbia è la voce di Dio. È al di sopra dell'argomentazione.

Ognuno può avere quella testimonianza. Giovanni 7:17 (Gv) ti dice come ottenerlo. " 17Se alcuno vuol far la volontà d’esso, conoscerà se questa dottrina è da Dio." Basta di abbandonare la tua volontà alla volontà di Dio, non importa dove ti porta e ti metterai in un atteggiamento simile a Dio che quando leggi questo libro riconoscerai che la voce che ti parla è la voce di il Dio a cui tu hai abbandonato la tua volontà.
Qualche tempo fa, quando stavo parlando con i nostri studenti su come affrontare gli scettico, c'era nel pubblico un laureato di un'università britannica che era caduto in un totale scetticismo. Alla fine della conferenza mi è venuto e mi ha detto:
"Non voglio essere discorsivo, signore, ma la mia esperienza contraddice tutto quello che hai detto". Gli ho chiesto se avesse seguito il corso d'azione che avevo proposto e non ho trovato la luce. Ha detto che aveva. Entrando in un'altra stanza ho avuto un pegno scritto in esecuzione in qualche modo come segue:
"Credo che ci sia una differenza assoluta tra giusto e sbagliato, e qui mi posso fare a destra, a seguirlo ovunque mi porta. Prometto con serietà per cercare di scoprire la verità e se lo trovo mai Gesù Cristo è il Figlio di Dio, prometto di accettarlo come mio Salvatore e di confessarlo davanti al mondo ".
Ho consegnato il documento al gentiluomo e gli ho chiesto se era disposto a firmarlo. Rispose: "Certamente", e lo firmò. Gli dissi:
"Non sapete che non c'è un Dio, e tu non sai che Dio non risponda alla preghiera, lo so che lo fa, ma la mia conoscenza non può servire per te, ma qui è un possibile bugna per conoscenza. hanno promesso di cercare serenamente la verità, quindi seguirete questo possibile indizio. Voglio che tu dia una preghiera simile: "Oh Dio, se c'è un Dio e tu rispondi alla preghiera, mostrami se Gesù Cristo è tuo Figlio, e se mi mostri che è, lo accetto come il mio Salvatore e lo confesso davanti al mondo ».
Questo ha accettato di fare. Ho inoltre chiesto che avrebbe preso il Vangelo di Giovanni e leggerlo ogni giorno, leggendo solo pochi versi alla volta lentamente e pensieroso, ogni volta prima di leggere chiedendo a Dio di dargli luce. Questo ha anche accettato di fare, ma ha finito dicendo: "Non c'è niente in esso". Tuttavia, alla fine di un breve periodo, lo incontrai ancora e mi disse: "C'è qualcosa in questo". Ho risposto: "Lo sapevo."Poi ha continuato a dire che sembrava proprio come fosse stato colto dal fiume Niagara e che era stato portato avanti, e che a lungo sarebbe stato un metodista gridante.
Un po 'di tempo ho incontrato nuovamente questo gentiluomo e mi ha detto che non riusciva a capire come fosse stato così cieco, come avesse mai ascoltato il ragionamento che aveva; che gli sembrava assolutamente stupido adesso. Ho risposto che la Bibbia gli avrebbe spiegato che "l'uomo naturale non riceve le cose dello Spirito di Dio", ma che adesso si era messo nell'atteggiamento giusto verso Dio e la sua verità, tutto era stato reso chiaro. Quell'uomo, che mi ha assicurato che era "un uomo peculiare", e che i metodi che influenzavano gli altri non lo influenzarono, mettendosi nel giusto atteggiamento verso Dio, arrivarono in un luogo dove ricevette la testimonianza diretta del Santo Spirito che questa Bibbia è la Parola di Dio; e tutti gli altri possono fare lo stesso.

Con alcune piccole correzioni di traduzione dal server Carlo Guarneri. Internet / traduzione computer del inglese.
http://www.tonycooke.org/riches-from-history/ten-reasons/
A meno che l'autore non abbia notato il 
testo Copyright © 2001 - 2017, Tony Cooke

Contact Us